La tecnologia Non Thermal Plasma presente in tutti i dispositivi Jonix è in grado di abbattere il Covid-19: lo hanno dimostrato i test di laboratorio condotti dall’Università di Padova. E noi, che crediamo in questa tecnologia da tempi non sospetti, siamo entusiasti: i nostri dispositivi possono fare veramente la differenza nella vita quotidiana di tante persone, in particolare le più fragili, come è successo nella Casa di Riposo di Noventa Padovana, in cui, da quando l’aria è trattata con sistemi Jonix, non si è avuto neppure un caso di Covid-19 tra gli ospiti. E senza dover imporre il lockdown agli operatori, come in molte altre RSA

Jonix testato dal Dipartimento di Medicina Molecolare dell’Università di Padova

Testare una tecnologia per verificarne l’efficacia contro il Covid-19 è un processo molto complesso. Innanzitutto è necessario un laboratorio che abbia un livello di sicurezza adeguato. E in Italia sono veramente pochi. Secondo le normative dell’Oms, infatti, i  laboratori che maneggiano agenti patogeni come i virus, sono suddivisi per livelli di biosicurezza (Biosafety levels, BSL) che identificano tutte le misure necessarie per proteggere operatori, ambiente e esterni. I livelli di biosicurezza sono 4, in base alla valutazione del rischio microbiologico: dal più basso, l’1 al più alto, il 4, che indica necessità di massimo contenimento, perché opera con agenti patogeni per cui non esistono ancora cure definitive e che possono essere letali per l’uomo (il virus Ebola ha un BSL4, ad esempio). Il virus della CoViD, il SARS-CoV-2, richiede laboratori con un livello di biosicurezza pari a 3, per esaminare agenti patogeni con possibile trasmissione aerea, associati a malattie umane gravi. È un BSL3 anche il laboratorio del Dipartimento di Medicina Molecolare dell’Università di Padova che ha testato la tecnologia Non Thermal Plasma presente nei Jonix. Per il test è stato utilizzato un dispositivo Jonix, opportunamente dimensionato, allo scopo di verificarne l’attività virucida, cioè la capacità di ridurre le particelle virali infettanti. I risultati sono stati netti e hanno dimostrato che il nostro dispositivo con tecnologia NTP presenta una efficace attività antivirale nei confronti di SARS-CoV-2, con un abbattimento della carica virale pari al 99, 9999%.

Il Non Thermal Plasma (NTP) efficace contro il Coronavirus

Cos’è il Non Thermal Plasma e come riesce a essere efficace contro i virus nell’aria e sulle superfici? Attenzione: il plasma di cui parliamo non è il plasma sanguigno! Lo specifichiamo con chiarezza perché molte persone, magari leggendo in velocità, tendono a fare confusione. La tecnologia a plasma freddo (o plasma non termico, NTP) non ha nulla a che fare con le terapie a base di plasma sanguigno di cui molto si è parlato nei mesi scorsi.

Il plasma, in chimica e fisica, è un gas ionizzato, una miscela gassosa di elettroni, ioni e specie neutre. Niente di strano o esotico: come spiega il CNR il 99.9% della materia visibile nell’Universo si trova allo stato di plasma.
Il plasma non termico è un plasma attivato da un piccolo campo elettrico ed è in grado di produrre specie reattive ossidanti, che a loro volta agiscono su una grande quantità di tipologie di composti inquinanti.

Il cuore di ogni dispositivo Jonix sono gli attuatori: i generatori in grado di produrre il plasma non termico, ionizzando il flusso gassoso. 

In parole molto, molto semplici (diciamo ai nostri tecnici di essere clementi se andiamo terra terra, giusto per intenderci!) possiamo dire che i dispositivi Jonix sono in grado di attivare l’aria degli ambienti in cui sono posizionati, sviluppando molecole reattive che attaccano le molecole inquinanti (virus tra cui anche SARS-CoV-2 , batteri, muffe o VOC) e le disgregano, rendendole così innocue. 

Questo senza rilasciare negli ambienti nessun tipo di sostanza chimica o di residuo!

I dispositivi Jonix contro il virus: come usarli al meglio

Su un punto siamo perentori: i dispositivi Jonix sono efficaci e ne abbiamo tutte le prove ma devono essere messi nella condizione di fare bene il loro lavoro. Questo significa che devono essere mantenuti accesi in modo costante e correttamente POSIZIONATI e DIMENSIONATI: uno spazio molto grande o molto inquinato (saturo di sostanze o per la presenza di molte persone) richiede uno o più  dispositivi Jonix della potenza adeguata, posizionati in modo che il flusso d’aria possa diffondersi liberamente.

Come fare? 

Qui ti abbiamo spiegato come scegliere il dispositivo più adeguato per i tuoi ambienti e qui come funzionano i dispositivi e tutti gli accorgimenti da adottare per ottenere tutti i benefici.

5 punti da ricordare:

  1. Con Jonix puoi mantenere decontaminati e sanitizzati i tuoi ambienti in modo costante: tieni acceso il tuo dispositivo mentre lavori o vivi i tuoi spazi.
  2. Posiziona il tuo dispositivo in modo adeguato: deve essere libero, quindi non tra scaffali, non chiuso in un angolo o dentro un mobile. Più centrale è la posizione, meglio il flusso di aria circolerà.
  3. Scegli il dispositivo (o i dispositivi) in base all’attività svolta negli ambienti da sanitizzare e alla loro grandezza
  4. Non mettere oggetti sopra il dispositivo
  5. Lo spazio da trattare deve essere il più possibile aperto, senza paratie, separatori, librerie alte.

-> Per approfondire:

Jonix – NTP testato contro il Covid-19: se ne parla anche qui