Se ti è capitato di entrare in un negozio con una vetrina particolare o con un profumo fresco e delizioso, probabilmente ti ricorderai a lungo com’era quel posto.

Questo perché i sensi sono strettamente legati alla memoria umana ed è più probabile che le persone ricordino i luoghi in cui hanno vissuto emozioni intense. Questo è il motivo per cui tutti i negozi dovrebbero considerare l’impatto sul proprio business di una strategia di vendita multisensoriale: più sensi riesci a stimolare e a attivare, più forte sarà l’emozione e il ricordo.

Attivare le emozioni passando dai sensi

Far battere il cuore vale di più di uno sconto: per raggiungere le persone, attivare le emozioni è una strada molto efficace, perchè le emozioni aggirano il filtro della percezione selettiva. E questo è possibile solo con l’aiuto dei sensi, che sono la corsia preferenziale per le emozioni. 
Stimolare i sensi innesca una risposta emotiva. I consumatori sperimentano quindi sensazioni che li rendono più partecipi e coinvolti da ciò che è loro proposto in negozio.

Il primo passo è, dunque, essere consapevoli che tutto ciò che i clienti percepiscono dell’ambiente in cui li accogli, contribuisce, in positivo o negativo, a determinare la loro esperienza di acquisto. Tutto incide, inclusa l’aria che respirano, in particolare in questo momento. 

I clienti coinvolti e stimolati attraverso tutti i cinque sensi trascorrono più tempo nel negozio e sono più propensi a fare acquisti.

Ogni senso stimolato può essere considerato un punto di contatto, un’opportunità per creare una connessione emotiva con un cliente.


Vediamoli insieme

Potenziare la vista

La vista, insieme all’olfatto, è il senso trainante per ridurre le barriere all’acquisto e aumentare le vendite d’impulso: ciò che si vede a partire dalla vetrina e dai primi elementi dentro lo store è ciò che porta le persone a decidere di entrare. E non c’è modo migliore per potenziare il visual merchandising che un utilizzo strategico e vivace dei colori. In particolare, l’uso del colore per migliorare o suscitare un certo stato d’animo dai clienti può influire sulla percezione del tuo negozio e attirare le persone. Tuttavia, ciò non significa che sia necessario utilizzare l’arcobaleno o colori primari: una vetrina monocroma o in bianco e nero potrebbe essere un ottimo modo per far risaltare i prodotti. Altro fattore importante per la vista è l’illuminazione: una luce fredda in camerino di prova, per esempio, appiattisce e ingrigisce e l’effetto dell’abito indossato ne sarà penalizzato.

-> Il consiglio:  studia i colori del tuo brand, non lasciare nulla al caso. Hai una palette di colori che caratterizzano il tuo negozio? Cambi i colori in base alle stagioni o alle festività? Quali accessori utilizzi per stimolare la vista e la curiosità?


Curare l’olfatto

L’olfatto è l’unico senso direttamente connesso con il sistema limbico del cervello, che si occupa della memoria e delle emozioni a lungo termine. Se vuoi che i clienti diventino affezionati al tuo negozio, devi dare loro qualcosa con cui possano connettersi per ricordare: un’aria fresca, frizzante e leggera, un’aria pulita,  da respirare in serenità.
Questo tipo di ambiente, salubre, sanificato costantemente, è lo spazio ideale per fare acquisti e sarà ricordato come luogo rilassante perchè sicuro. Con i dispositivi Jonix questo avviene in modo continuativo, mentre le persone sono nell’ambiente: la tecnologia Jonix Non Thermal Plasma mantiene decontaminate l’aria e le superfici del tuo negozio, previene i contagi da malattie aerotrasmesse (compreso il Covid-19, come da test dell’università di Padova), elimina gli odori indesiderati, migliora l’assorbimento dell’ossigeno, riducendo lo stato di stress.

-> Il consiglio: l’aria salubre e sanificata è un vantaggio competitivo, scopri come valorizzarla


Scaldare l’udito

Anche questo elemento non può essere casuale: quante volte entrando in un negozio hai provato fastidio per la presenza della radio troppo alta o per musica che niente aveva a che fare con lo stile e i prodotti  che vedevi esposti? Una colonna sonora dedicata, che rispecchia lo stato d’animo con cui vuoi coinvolgere i tuoi clienti è una scelta importante: si tratta di creare una sinfonia di suoni che catturi il cuore e l’anima del tuo negozio. La giusta musica in negozio influenza anche la memoria, le emozioni e il movimento. Uno studio ha rivelato che pulsazioni e tonalità della musica attivano connessioni nel cervello, compreso il sistema limbico legato alla memoria e alle emozioni.

-> Il consiglio: ricorda che non è possibile trasmettere musica da Spotify, ITunes, e altri servizi di streaming, anche se hai un abbonamento a pagamento, è sempre necessario attivarsi con le società di gestione del diritti d’autore (Collecting Society).


Sollecitare il tatto

L’esperienza tattile dello shopping, toccare, sentire e provare, è un’enorme attrazione per i clienti. Circa il 50% dei consumatori non  compra on line proprio perché manca questa dimensione dell’esperienza di acquisto. Secondo alcuni studi più le persone toccano i prodotti durante lo shopping, più è probabile che acquistino. Si chiama “effetto possesso“, in base al quale le persone apprezzano di più le cose che hanno già e toccare un prodotto nel negozio tende a far  loro sentire come se lo possedessero.
Per incoraggiare le persone a toccare e provare, può essere utile  disporre cesti e scaffali dedicati, in cui le persone possano appoggiare le borse e ciò che hanno in mano, rendendo semplice e agevole avvicinarsi ai prodotti con tranquillità.

-> Il consiglio: come puoi garantire igiene e sicurezza invitando i tuoi clienti all’esperienza diretta con i prodotti? Tramite un sistema di sanificazione di aria e superfici come Jonix: con un dispositivo al Non Thermal Plasma vicino ai prodotti e negli ambienti di prova  potrai decontaminare in modo continuativo e veloce ciò che è esposto, eliminando virus e batteri.